Contattaci subito: 055 5387207
la chirurgia plastica estetica

Chirurgia e medicina estetica per il viso – chirurgo plastico dott Fabio Quercioli

Acido ialuronico

Richiedi informazioni

Acido ialuronico, non è solo un filler

L’acido ialuronico è una molecola naturalmente presente nel nostro organismo; preziosa, in quanto indispensabile per creare la struttura della nostra cute, intervenendo nella formazione delle sue componenti fondamentali, collagene e elastina.

Oltre a conferirle le caratteristiche di turgidità e plasticità, l’acido ialuronico assicura alla cute l’ idratazione ottimale, in quanto assorbe e trattiene grandi quantità d’acqua negli spazi extracellulari.

Quando, con l’avanzare del tempo, la concentrazione di acido ialuronico diminuisce, si notano i segni d’ invecchiamento: minore idratazione, perdita di elasticità e turgore, cedimento strutturale della pelle.

Per contrastare questi segni dell’età la medicina estetica ci viene in aiuto con trattamenti a base di acido ialuronico in diverse formulazioni,  a seconda degli inestetismi da trattare:

– l’acido ialuronico in forma “cross linked” è il prodotto che tutti conosciamo come “filler”: la sua specifica formulazione lo rende più stabile e modula i tempi del riassorbimento fisiologico, rendendolo ideale per creare un effetto di riempimento delle rughe statiche del volto, ripristinare il volume e il contorno delle labbra, aumentare il volume degli zigomi, minimizzare gli esiti cicatriziali di acne e traumi.

– l’acido ialuronico a basso peso molecolare, non “cross linked” (eventualmente abbinato a multivitaminici, aminoacidi e altri principi attivi) è impiegato per protocolli personalizzati di biorivitalizzazione che hanno lo scopo di prevenire e curare i segni dell’ invecchiamento cutaneo e del photoageing stimolando in modo naturale il metabolismo della cute.

Le diverse formulazioni possono avere un impiego complementare, per correggere eventuali inestetismi già presenti e al tempo stesso mantenere la vitalità e il turgore della pelle; l’acido ialuronico non “cross linked” è adatto anche al trattamento delle pelli giovani (che non presentano ancora rughe statiche), per un’azione antiossidante che controlla il naturale processo di invecchiamento.

Non esiste un solo acido ialuronico

L’acido ialuronico è una molecola con struttura chimica identica in qualsiasi essere vivente ed in qualsiasi tessuto, e presenta quindi una totale biocompatibilità. Per questa ragione è utilizzato con successo da decenni in vari settori della chirurgia oftalmica, otologica, oculare, nel trattamento dei processi di cicatrizzazione e rigenerazione tissutale.

In medicina estetica è utilizzato per contrastare l’invecchiamento della pelle sia come filler (riempitivo) per le rughe statiche del volto, sia come stimolatore del metabolismo cutaneo (azione di biorivitalizzazione).

L’acido ialuronico per uso estetico è ottenuto in laboratorio attraverso biotecnologie avanzate. Può essere di origine aviaria (tipo Hylaform) o di origine batterica (tipo Restylane o Juvederm), si presenta in forma di gel viscoelastico trasparente. Il tempo di riassorbimento dell’acido ialuronico dipende dalla quantità di molecole di ialuronato e dai legami crociati intramolecolari (“crosslink”) presenti in 1 ml di prodotto. In commercio si trovano pertanto prodotti diversi, che si distinguono in base ai tempi medi di riassorbimento (lento, circa 12 mesi, medio, da 5 a 6, rapido, da 2 a 3).

I prodotti commerciali più comuni contenenti acido ialuronico sono:  Juvelift, Juvederm 18, Hylaform fineline, Restilane touch (a rapido riassorbimento),  Juvederm 24, Juvederm 30, Juvederm 24 HV, Juvederm 30 HV, Hylaform, Hylaform Plus, Restylane, Perlane, Rofilan (a medio riassorbimento),  Restylane Sub Q (a lento riassorbimento).

Da alcuni anni è disponibile anche un prodotto a lentissimo riassorbimento (circa 2 anni), Macrolane, prodotto dalla casa farmaceutica svedese Qmed, indicato per la correzione di cicatrici retraenti, per il rimodellamento corporeo (escluso il seno).

Finalità dell’uso dell’acido ialuronico

L’acido ialuronico ha un effetto di rivitalizzazione,  stimola la funzionalità cellulare e restituisce alle pelli mature la compattezza e l’ idratazione perdute, favorisce la riparazione della pelle danneggiata dal sole, supportandone i naturali processi rigenerativi; applicato sulle pelli ancora giovani,  gioca un ruolo importante nel contrastare e prevenire il fisiologico processo di invecchiamento cutaneo.
È ideale come filler per il trattamento di rughe statiche e depressioni cutanee sul volto, per ripristinare volume e contorno delle labbra, per aumentare il volume degli zigomi, per minimizzare gli esiti cicatriziali di acne e traumi.

 

A chi è consigliabile questo trattamento?

Il paziente o la paziente adatti a questo trattamento presentano una o più delle seguenti caratteristiche:

  • rughe frontali, interciliari, periorali, perilabiali (“codice a barre”, dovuto al fumo di sigaretta)
  • rughe e solchi glabellari (in mezzo alle sopracciglia), solchi naso genieni
  • rughe perioculari (“zampe di gallina”)
  • danni estetici dovuti alla perdita di collagene ed all’esposizione ai raggi solari
  • perdita di pienezza, turgore e contorno alle labbra
  • necessità di ingrandimento degli zigomi
  • necessità di minimizzare esiti di rinoplastica, acne o  traumi
  • necessità di rimodellamento del contorno del viso (es. guance e mento).

Oltre che da sola, l’iniezione di acido ialuronico può essere eseguita in associazione ad altri trattamenti, chirurgici e non, quali peeling, lifting, blefaroplastica, infiltrazione di tossina botulinica e trattamenti laser.

 

Controindicazioni acido ialuronico ed effetti collaterali

Nelle prime 24-48 ore dopo il trattamento a base di acido ialuronico la zona trattata può apparire  lievemente arrossata e più gonfia rispetto al risultato  definitivo. Raramente si può verificare un piccolo livido nella zona di iniezione, che sarà possibile coprire dopo poche ore con normali cosmetici. Il trattamento con acido ialuronico non si effettua in gravidanza, e deve essere rimandato se è presente herpes in fase attiva.

 

Come si svolge la prima visita?

Durante la visita il chirurgo plastico esaminerà la vostra pelle, il tipo di rughe, la loro profondità e posizione, le altre eventuali problematiche estetiche. Vi ascolterà in modo da capire le vostre aspettative e valutare se gli esiti delle iniezioni di acido ialuronico potranno soddisfarle, consigliando eventualmente interventi alternativi o complementari a quello di vostro interesse. Vi darà tutte le informazioni relative ai trattamenti da effettuare, alla loro durata, e a come dovrete comportarvi nei giorni successivi.

Oltre che da sola, l’iniezione di acido ialuronico può essere eseguita in associazione ad altri trattamenti, chirurgici e non, quali peeling, lifting, blefaroplastica, infiltrazione di tossina botulinica e trattamenti laser, dei quali potrete eventualmente discutere insieme al chirurgo plastico.

 

Preparazione all’iniezione di acido ialuronico

Il trattamento non richiede alcuna preparazione, quindi può essere effettuato anche durante la prima visita. Il trattamento si esegue in ambulatorio; se ritenuto opportuno, ad esempio nel caso si trattino zone particolarmente sensibili, come le labbra,  può esser preceduto da una leggera anestesia locale da contatto, che richiede un tempo di attesa di un’ora circa. Per il trattamento con filler a lungo riassorbimento  (Restylane Sub Q) per l’aumento di volume di  mento o zigomi, è consigliabile una anestesia locale o tronculare.

 

Come si svolge il trattamento?

Attraverso una  siringa dotata di ago sottilissimo, il chirurgo plastico inietta piccole quantità di acido ialuronico nell’area interessata, senza lasciare segni visibili, salvo, in alcuni casi, un lieve rossore o un piccolo livido nel sito di iniezione, che dopo poche ore sarà possibile coprire con il trucco. Il trattamento ha una durata di circa 15 minuti, e al termine si possono immediatamente riprendere le normali attività, senza alcuna medicazione. Il medico indicherà alcune norme da osservare nelle prime ore successive alla seduta.

 

Dopo la seduta ci saranno segni visibili sul viso?

In alcuni casi, nelle prime 24-48 ore dopo l’iniezione di acido ialuronico, la zona trattata potrebbe apparire leggermente più gonfia di come sarà in seguito; potrebbe presentarsi un lieve rossore o un piccolo livido nella zona di iniezione, che sarà possibile nascondere con il makeup.

 

Quando riprendere le normali attività?

Le normali attività possono essere riprese immediatamente.

 

Quanto dura il risultato dell’iniezione di acido ialuronico?

Dopo l’iniezione, l’effetto di riempimento o attenuazione delle rughe è ben visibile ed apprezzabile fin da subito; la durata varia da individuo a individuo, in base al tipo di preparato utilizzato ed alla reazione individuale. In media un filler di acido ialuronico si mantiene dai 2 ai 12 mesi, dopodiché è possibile ripetere il trattamento, con cadenza periodica.